Abbiamo trovato 0 risultati. Vedi i risultati
Ricerca Avanzata
abbiamo trovato 0 risultati
I tuoi risultati di ricerca

Perché non sempre si riesce a vendere casa velocemente?

Pubblicato da Dimora Immobiliare sopra 7 Ottobre 2020
| 0

Hai necessità di vendere la tua casa velocemente? Vediamo insieme quali sono i possibili intoppi che rischiano di rallentare la tua operazione immobiliare e farti perdere soldi, sonno e tempo prezioso.

Vendere casa velocemente è ancora possibile ma ovviamente non è un processo sempre facile o immediato.

In questo articolo faremo una carrellata sui vari aspetti che possono incidre sulla possibilità di realizzare una compravendita in tempi rapidi ma al giusto prezzo.

A volte chi ha davvero urgenza di concludere l’operazione potrebbe accontentarsi di un realizzo inferiore a quanto aspettato e questo può provare frustrazione.

Fai bene le tue valutazioni per capire se è il caso di vendere subito o magari potrebbe essere conveniente attendere, anche solo pochi mesi, per evitare di perdere migliaia di euro per la troppa fretta.

#1 – La scelta dell’agenzia giusta al tuo fianco

Spesso i proprietari di case che vogliono vendere, pensano che affidarsi a un marchio noto, come i franchising che martellano di spot in tv, porterà automaticamente un risultato. L’errore è pensare che solo perché un’azienda è in TV, allora quella sia una garanzia di qualità e professionalità. 

Non è affatto così, anzi. Questi grandi franchising fanno una formazione “generale” ai loro agenti, ma molto spesso buttano nella mischia ragazzini alle prime armi, magari sprovvisti di licenza, che vengono istruiti non tanto su tematiche tecniche, ma soprattutto su quelle che sono le politiche e le esigenze aziendali.

Per questo motivo, prima di scegliere a chi affidare il tuo immobile, fai bene le tue valutazioni perché la sola scelta di “chi” si occuperà del tuo affare, può avere un peso importante nel corso dell’intera operazione.

Il mio consiglio? Visita le agenzie che si trovano nelle zona in cui devi vendere casa e parla con gli agenti immobiliari. Cerca di capire e valutare bene le loro competenze e quello che riescono a trasmetterti. Non avere timore di fare domande precise su quali siano le strategie promozionali che useranno per aiutarti a concludere l’affare.

Non dimenticare di visitare il loro sito, leggi le recensioni dei clienti e cerca di capire se e quanto conoscono davvero la zona.

Dopo aver raccolto le informazioni allora potrai scegliere con serenità l’agenzia che ti sembra più in linea con le tue esigenze e con quello che ti aspettavi. Stai certo che questo passaggio esplorativo iniziale ti metterà al riparo da parecchi dubbi che ti sarebbero venuti se avessi guardato solo al “brand”.

Dietro il brand ci sono le persone. Magari la stessa azienda ha un ottimo ufficio in zona Napoli nord e uno scadente in zona Salerno. Fanno parte dello stesso gruppo eppure i clienti ne parlano in maniera opposta, quindi occhio alle fregature!

Se vuoi rivolgerti a noi clicca qui sotto 👇

#2 – La corretta valutazione della casa da vendere

Spesso uno dei motivi che impedisce alle compravendite di realizzarsi in tempi rapidi è una richiesta sballata rispetto alle condizioni di mercato. Spesso questo accade quando si preferisce affidarsi al “fai da te”, perché spesso un privato non ha le competenze e gli strumenti per fare una valutazione oggettiva e quindi si rischia di “uscire sul mercato” con un prezzo troppo alto o magari troppo basso.

Nel primo caso, il rischio di invenduto è altissimo, nel secondo invece magari la transazione potrebbe essere veloce perché qualcuno annusa l’affare, ma questa velocità ci costerà parecchi soldini, per un errore che si sarebbe potuto evitare, ne vale la pena?

Per questo motivo, quando devi vendere ti suggerisco di farti affiancare sempre da un professionista dell’immobiliare.

Solo un agente con esperienza pluriennale sarà in grado di fornire una valutazione corretta e super partes che sia allineata alle tendenze di mercato. Un metodo affidabile può essere quello “comparativo sul compravenduto”, ovvero si stabilisce la cifra dell’immobile facendo l’analisi del contesto, con particolare attenzione a quelli che sono i prezzi di immobili simili, nella medesima zona. Ovviamente non si tratta di “copiare” i prezzi degli altri immobili ma serve come traccia per poi stabilire con un’indagine più attenta ed approfondita delle carte e dello stato dei luoghi, quale possa essere un punto di partenza valido.

#3 – La motivazione personale nel vendere casa velocemente

Anche se spesso le zavorre sono rappresentate da banche ed alti attori coinvolti nel processo di compravendita immobiliare, uno dei maggiori ostacoli alla vendita potrebbe essere proprio il proprietario/venditore.

Cosa intendo dire? Quando il venditore non è completamente convinto di voler vendere casa, capita che si troverà sempre una scusa per rifiutare le offerte che arriveranno: offerta troppo bassa, acquirenti inaffidabili, un improvviso cambio di programmi per cui magari pensi di voler affittare e vendere più avanti. Questa confusione causa perdite di tempo enormi e magari rischia di far saltare dei contatti buoni e qualificati che sarebbero stati pronti a concludere in brevissimo tempo.

Per questo motivo, prima di decidere di vendere e contattare un’agenzia, ti consiglio di schiarirti bene le idee.

Fatti tutte le domande del caso e datti risposte sincere. Perché stai vendendo? Ti conviene farlo in questo momento? Hai bisogno di liquidità? Hai necessità di cambiare aria ed hai trovato una soluzione più adatta alla tue nuove esigenze?

Se troverai risposte positive, allora puoi procedere e mettere in moto la “macchina” di vendita che ti porterà ad incontrare i possibili compratori etc. Se invece non hai così tanta fretta, aspetta e pensaci bene perché non faresti altro che perdere tempo prezioso e coinvolgere un professionista in una trattativa che non porterà a nulla.

#4 – Vendere casa velocemente per poi comprarne un’altra?

La motivazione numero 1 che spinge le persone a vendere casa, è quella di dover aggiornare la propria condizione abitativa per delle nuove esigenze.

I figli sono grandi e si è rimasti in 2 in 150mq che sono troppi, oppure al x   arrangiarsi nel bilocale da 60mq.

In entrambi casi (in realtà le dinamiche possibili sono tantissime) c’è bisogno di concludere rapidamente la compravendita e si decide di vendere casa velocemente, per poter acquistare, grazie ai soldini incassati, un immobile più adatto alle proprie esigenze.

Spesso, però, la fase di vendita e quella di acquisto non riescono ad incastrarsi perfettamente e c’è il rischio di restare scontenti o di vedere sfumare l’affare che volevamo realizzare.

La problematica più comune è legata al fatto che ci possono essere tempistiche lunghe per l’accensione del mutuo di chi compra. Se il compratore non può pagarci non possiamo acquistare a nostra volta la casa in cui vogliamo spostarci e quindi si resta tutti bloccati.

Il consiglio migliore che posso darti è di provare a tenere le due trattative separate ma sempre in parallelo: mentre da un lato la casa che devi vendere viene mostrata ai tuoi potenziali acquirenti, tu cerchi la casa perfetta in cui vorresti spostarti, informandoti soprattutto su “quando” sarà effettivamente disponibile e facendo il possibile affinché le due operazioni possano chiudersi contemporaneamente, o quasi.

#5 Le possibili irregolarità burocratiche nella casa da vendere velocemente (o meno)

La burocrazia italiana è tra le peggiori, se hai avuto a che fare con il tuo comune o con l’agenzia delle entrate, sai di cosa parlo.

Partendo dal fatto che non devi essere impaziente, devi accettare che anche la vendita di un immobile è un’operazione che richiederà una quantità enorme di carte, permessi, adempimenti e documenti di ogni tipo.

Siccome non sempre tutti hanno la pazienza necessaria per informarsi accuratamente su cosa è necessario, è comune che sul più bello ci si ritrovi con qualche grana da risolvere.

Ad esempio può capitare che manchi la certificazione energetica o che la casa non può essere ancora rivenduta (magari perché acquistata all’asta), oppure sono state fatte modifiche all’immobile non sono state dichiarate che non risultano nelle carte del catasto e quindi c’è un problema di condono, permessi e possibili pratiche di abusivismo, etc.

C’è un modo per evitare di stare dietro a tutte queste rotture ed impazzire? Certo, ed è quella di affidarti ad un agente immobiliare preparato, un professionista in grado di offrire anche consulenza burocratica.

Uno dei ruoli di un agente serio è quello di accompagnarti attraverso ogni fase della tua compravendita, dalla consegna dell’immobile, fino alla firma del rogito notarile.

In questo modo potrai dormire sereno, sei certo che c’è qualcuno che si occupa della tua pratica in maniera attenta ed eviterai di commettere errori che possono costarti molto caro.

#6 – La differenza tra i “visitatori” e i “compratori”

Un altro rischio che corrono i proprietari di casa che preferiscono il “fai da te” in fase di vendita è quello di attirare con il proprio annuncio una serie interminabile di curiosi, malintenzionati, perditempo e persone non referenziate che io chiamo “sognatori”.

Soprattutto quando l’annuncio viene pubblicato sul web (e oggi il 99% degli annunci viaggia in rete) si ha a che fare con un mondo mooooolto variegato e colorito.

Il rischio è quello di perdere tempo a rispondere ed accogliere anche decine di possibili acquirenti che in realtà sono solo visitatori che magari volevano farsi un’idea o dare un’occhiata.

Il punto è che la tua casa non è un negozio di abbigliamento dove puoi dare un’occhiata, per organizzare una visita bisogna prendere appuntamento, fare dei convenevoli e stare lì a mostrare gli ambienti e rispondere alle domande anche per 1 ora intera.

Come evitare tutto questo spreco di tempo ed energie, che rischia di farti impiegare MESI prima di trovare l’acquirente giusto?

Indovina un po’? Affidandosi ad un agente immobiliare affermato, con un portfolio clienti accreditato.

Cosa significa? Oltre a poter sfruttare i canali social e la vetrina del sito dell’agenzia a cui decidi di rivolgerti, l’agente fa per te 3 cose fondamentali che ti faranno risparmiare davvero tanto, tanto tempo e che velocizzeranno al massimo le possibilità di una trattativa efficace e rapida.

  1. fa da filtro ed evita che persone non adatte si mettano in contatto con te.
  2. selezione i potenziali acquirenti con i quali vale la pena investire del tempo per una visita presso il tuo immobile

ma soprattutto:

  1. può creare un incontro tra te che sei il venditore ed i suoi clienti che magari possono essere interessati alla tua proposta.

Tra investitori e semplici clienti che cercano casa, un’agenzia dovrebbe avere di base un bel pacchetto di contatti e con professionalità può creare un punto d’incontro tra offerta e domanda che renderà tutti più felici.

In questi 6 punti ho riassunto quelli che sono i principali motivi per cui le case possono essere vendute con più o meno velocità, a seconda di quanti di questi problemi mettono i bastoni tra le ruote alla tua trattativa.

Come vedi, la soluzione migliore è sempre quella di affidarsi ad un professionista che avrà la funziona di consulente, metterà a disposizione la sua preparazione ed il tuo tempo per garantirti una trattative che sia il più semplice, veloce e soddisfacente possibile.

Tieni conto che l’Agente ha tutto l’interesse non solo a concretizzare l’affare nei tempi più brevi possibili ma ha anche voglia di fornire un servizio di alto profilo, così da poter fidelizzare il venditore per futuri affari insieme.

Non si gioca con gli immobili, ogni errore costa carissimo e se hai bisogno di vendere (o comprare) affidati a chi lavora nel settore h24 con passione.

Chiedi la tua consulenza cliccando qui sotto 👇

Lascia un commento

Confronta gli Immobili